Viaggiare in Ucraina - Punto Mobilità

Viaggiare in Ucraina - Punto Mobilità

Visto il gran numero di richieste informazioni in merito inerente la mobilità verso l'Ucraina segnaliamo quanto segue:

Risulta possibile acquistare voli per l'Ucraina, tuttavia per recarsi nel Paese occorre che vi siano determinati requisiti sui motivi dello spostamento, che ESCLUDONO TASSATIVAMENTE quello TURISTICO:

Per i cittadini italiani i viaggi per turismo in Ucraina non sono consentiti dal Ministero degli Affari Esteri italiano. Le Autorità ucraine hanno disposto, a partire dalla mezzanotte del 28 agosto 2020, per un periodo al momento limitato a un mese fino quindi alla mezzanotte del 28 settembre 2020 ma che potrebbe essere ulteriormente prorogato alla scadenza, il divieto generale di ingresso nel Paese, qualunque sia il mezzo di trasporto utilizzato, a tutti gli stranieri, anche a coloro provenienti da “zone verdi” come l’Italia, ad eccezione delle seguenti categorie:

  • coniugi, figli o genitori di cittadini ucraini;
  • titolari di permesso di soggiorno, temporaneo o indeterminato;
  • viaggiatori in transito entro le 48 dall’ingresso, dietro esibizione di prova documentale che si proseguirà il viaggio;
  • studenti iscritti a corsi di studio in Ucraina; personale in servizio nelle Forze Armate ucraine;
  • rifugiati;
  • personale delle Rappresentanze diplomatico-consolari e delle Organizzazioni Internazionali;
  • membri di delegazioni ufficiali;
  • equipaggi e personale viaggiante dei mezzi di trasporto;
  • professionisti del settore della cultura invitati da Istituzioni culturali ucraine;
  • atleti partecipanti a eventi sportivi e accompagnatori;
  • ingressi per trattamenti medici presso strutture sanitarie ucraine;
  • lavoratori e tecnici specializzati, invitati da imprese ucraine. 

Tutti i cittadini stranieri che entrano in Ucraina, ad eccezione dei rifugiati, del personale militare e del personale delle Rappresentanze diplomatico-consolari e delle Organizzazioni Internazionali, devono essere provvisti di assicurazione sanitaria che preveda esplicitamente la copertura Covid-19.

Le persone rientranti nelle categorie sopra richiamate e che arrivano da Paesi identificati come “zona rossa” sono inoltre sottoposte all’obbligo di isolamento fiduciario per un periodo di 14 giorni, a meno che non si dimostri di aver trascorso gli ultimi 14 giorni prima dell’ingresso in Ucraina in una “zone verde” oppure si sia in grado di esibire un PCR test con esito negativo effettuato entro le 48 ore precedenti il momento di attraversamento della frontiera. E’ possibile, in alternativa, sottoporsi a PCR test all’arrivo in Ucraina, nel qual caso l’obbligo di isolamento fiduciario decade in caso di esito negativo del test.

Invitiamo a consultare quotidianamente per eventauli aggiornamenti il sito http://www.viaggiaresicuri.it/country/UKR, quello https://visitukraine.today/ disponibile in lingua inglese. 

Fonte: Touring Club