10 cose da fare per goderti Expo 2015

 |

Un milione di metri quadrati, 140 spazi da scoprire, 400 tornelli per entrare e migliaia di eventi dedicati all’alimentazione.

VISITA I PADIGLIONI PIÙ SPETTACOLARI

La fantasia di architetti e designer si è scatenata a tal punto che almeno uno sguardo da fuori va dato a tutti i padiglioni di Expo.

«Stupisce l’Austria, che ha creato un vero e proprio bosco dove ci si può rilassare al fresco, a una temperatura di 5 gradi più bassa rispetto all’esterno» spiega Luisa Collina, docente di Design al Politecnico di Milano. «Il padiglione della Francia si ispira alle Halles, i mercati coperti tipici delle città d’Oltralpe. La chicca è l’arco interno principale, creato con 1.600 bottiglie di vino. L’Olanda propone una ruota panoramica e l’Angola un gigantesco baobab. L’Azerbaigian ha un assetto futuristico con 3 sfere trasparenti e sospese che sono un miracolo di ingegneria. Mentre il Bahrein è una poetica alternanza di spazi bianchi e frutteti che ricordano il giardino dell’Eden. Imperdibili le creazioni delle archistar. Come il padiglione degli Emirati Arabi, una sinuosa duna di sabbia firmata da Norman Foster, e quello dell’azienda cinese Vanke, per cui Daniel Libeskind ha progettato un rivestimento a scaglie che ricorda un serpente rosso fuoco».