Al via il programma di sostegno alle aziende “Viaggiatori Stranieri” di CCIPU: contributi a fondo perduto per i settori ricettivo e servizi

 |

La Camera di Commercio Italiana per l’Ucraina nel pieno delle attività 2020 mette in moto “Viaggiatori Stranieri”, un nuovo programma di supporto che prevede l’erogazione di contributi a fondo perduto stanziati in forma diretta da CCIPU a favore di imprese italiane selezionate, operanti nei settori HO.re.CA. e servizi, interessate all’acquisizione di nuova clientela proveniente dall’Est Europa.

La spinta ad allargare il bacino di utenza del proprio business rappresenta una priorità per qualsiasi impresa tesa alla crescita. Tuttavia, spesso nell’orientarsi a nuove fette di mercato provenienti dall’estero, soprattutto nel settore turistico e quello di servizi, sono diversi gli ostacoli che sopraggiungono: a partire dalla distanza linguistica del target fino alla rigidità delle strutture ricettive nell’accogliere clienti provenienti da paesi così diversi dal nostro.

Per questi motivi CCIPU ha pensato ad un programma di supporto al settore Ho.re.Ca e servizi orientato all’acquisizione di una fetta di clientela preziosa per il business italiano, quella dell’Est: i viaggiatori russofoni rappresentano una parte considerevole del flusso straniero nei paesi europei e l’Italia insieme a tutte le sue ricchezze rimane uno dei paesi più gettonati dal turismo dell’Est Europa.

Ora più che mai, in questo periodo complesso che le aziende italiane che si trovano ad affrontare, occorre prepararsi per tempo e prendere la rincorsa verso nuove e preziose opportunità business. CCIPU con il progetto “Guida Italia” punta proprio a questo sostenendo le imprese italiane con la possibilità, per le aziende aderenti, di accedere ai contributi a fondo perduto stanziati in forma diretta dall’Ente Camerale per avviare un processo di adeguamento dei propri standard a favore di un miglior livello di ricettività volta all’accoglienza di questa tipologia di visitatori esteri.

Le strutture interessate ad aderire al programma potranno prendere contatto direttamente con i manager della Camera di Commercio per ricevere l’apposita documentazione e modulistica e per definire l’eventuale partecipazione e l’accesso ai contributi a fondo perduto.