Kachka: l'Ucraina e l'UE avviano un dialogo sul "regime di esenzione dal visto doganale"

Durante i negoziati nel formato del comitato di associazione UE-Ucraina nella configurazione commerciale, l'UE e l'Ucraina hanno avviato un dialogo sul riconoscimento reciproco degli operatori economici autorizzati o sulla preparazione del cosiddetto "regime di esenzione dal visto doganale".

"Abbiamo deciso di iniziare una conversazione sul riconoscimento reciproco degli operatori economici autorizzati. In Ucraina abbiamo già approvato la legislazione pertinente e lavoreremo congiuntamente per la sua attuazione per 12 mesi. Quindi, alla fine del prossimo anno, potremmo entrare nel fase di avvio dei negoziati sul reciproco riconoscimento. Poi andremo su una "pista" formalizzata, non sarà più una promessa politica. Se tali negoziati formali iniziano, possiamo ottenere un "regime doganale senza visti nel 2021" Questo è quanto ha fatto sapere il Vice Ministro dello sviluppo economico, del commercio e dell'agricoltura dell'Ucraina e rappresentante commerciale dell'Ucraina, Taras Kachka, ha detto ai giornalisti a Bruxelles dopo un lavoro di due giorni con esperti della Commissione europea (così come riportato da un corrispondente di Ukrinform).

Ha, inoltre, osservato che un tale accordo con l'UE riguarderebbe gli esportatori e gli importatori ucraini e tutte le società che commerciano con l'Unione europea. Secondo il viceministro, in pratica, ciò potrebbe significare che le dogane ucraine saranno integrate nel sistema doganale dell'Unione europea. Il che può consentire, ad esempio, a un esportatore ucraino che ha lo status di operatore economico autorizzato, di trasportare le merci in Germania nello stesso modo in cui trasporterebbe le merci da Kiev alla regione di Zhytomyr. In questo caso, tutte le pratiche burocratiche saranno svolte in parallelo con il corso dell'operazione commerciale che eviterà ritardi ai confini.

"Tutto potrebbe iniziare a funzionare nel 2021. Abbiamo molto sostegno da parte dell'Unione Europea, perché tutti comprendono che ciò significherà eliminare le restrizioni commerciali e ridurre significativamente tutti i rischi di corruzione. Se le dogane sono integrate e funzionano in modo trasparente, il i rischi di contrabbando o dialtre manipolazioni diminuiranno", ha aggiunto Taras Kachka.

Ha, poi, osservato che sono stati compiuti progressi anche nei negoziati sul "regime di esenzione dal visto industriale", l'accordo sulla valutazione della conformità e l'accettazione dei prodotti industriali (ACAA). Secondo il funzionario, la parte europea ha convenuto di inviare una missione di valutazione preparatoria in Ucraina già nel primo trimestre del prossimo anno, che sarà una delle ultime fasi di preparazione per una missione di valutazione a pieno titolo che non analizzerà il contenuto della  legislazione nazionale, ma esamina il funzionamento del sistema di certificazione in Ucraina.

https://www.ukrinform.net/rubric-economy/2821608-kachka-ukraine-and-eu-launch-dialogue-on-customs-visafree-regime.html