Il dibattito ci sarà, e sarà stasera

 Dopo giorni di esitazione ed incertezza sulla realizzazione dell’evento pare che la situazione si sia sbloccata: il dibattito tra Zelenskiy e Poroshenko ci sarà, all’Olimpiyskiy Stadium di Kyiv, come previsto dai piani, oggi 19 aprile.

Il presidente uscente Poroshenko, che ricordiamo aver ottenuto il 15,95% dei voti andando di diritto al ballottaggio contro Zelenskiy, forte del suo 30,24%, aveva invitato lo sfidante al dibattito, ottenendo all’inizio un sonoro rifiuto: qualunque fosse la ragione, paura o mancanza di esperienza di Zelenskiy (un comico, non un politico, che conosce il palco ma da un’altra prospettiva), Zelenskiy ha impiegato qualche giorno per acconsentire alla partecipazione. Il giorno scelto è il 19, due giorni prima della data decisa per il secondo turno di elezioni. Il dibattito, il cui ingresso è gratuito, era stato pianificato da Poroshenko per il 14: ma Zelenskiy non si è presentato, suscitando le critiche dello sfidante; il presidente uscente ne ha approfittato per ringraziare i presenti ed intrattenersi con loro per circa un’ora.

I preparativi per l’evento sono quindi in corso da qualche giorno, e vedranno grosso coinvolgimento di forze dell’ordine: le previsioni parlano di 60 mila spettatori, quasi l’intera capacità dello stadio (70 mila posti). Già diffusi gli inviti ufficiali a non portare con sé oggetti pericolosi, perché saranno sequestrati e denunce seguiranno. Dalla mattinata di oggi la Polizia Nazionale e la Guardia Nazionale stanno mettendo in sicurezza lo stadio, mentre nei giorni scorsi sono stati firmati accordi tra i due candidati e lo stadio per coprire i costi del dibattito. È un evento senza precedenti nella storia dell’Ucraina, e come dimostrato da altre elezioni nel mondo potrà influenzare un gran numero di elettori, soprattutto gli indecisi o chi ha espresso supporto per qualche candidato escluso. Ancora non chiara l’identità del moderatore.

Ci si prepara quindi all’evento che potrebbe determinare il risultato del ballottaggio, e poche cose sono chiare tranne un semplice fatto: che nessuno sa con precisione chi tra i sue sfidanti trionferà, data l’imprevedibilità di un dibattito. Attendiamo quindi tutti la sera e, soprattutto, la prossima settimana. In foto, il palco per il dibattito.