Pronostici 2019

Il nuovo anno inizia con alcune migliorie nel Paese e i pronostici degli esperti non si fanno certo attendere.

Degno di nota è sicuramente l'aumento del salario minimo al +12%: si passa infatti da 3.723 UAH a 4.173 UAH. Si stima che ciò influirà sulla crescita delle casse statali e locali, dunque le persone avranno più denaro da spendere e lo Stato avrà una disponibilità maggiore di introiti per le manovre e necessità future.

Gli esperti tranquillizzano anche sull’inflazione, tenuta sotto controllo e che, anzi, dà segni di miglioramento. Sarà necessario, quindi, mantenere un buon livello di export e buoni rapporti commerciali con i paesi partner per garantire la crescita del Paese.

Per quanto riguarda i tassi di cambio valuta, tutto dipenderanno dai rapporti con i mercati esteri, così come dalla collaborazione con il Fondo Monetario Internazionale e dalle politiche della Banca Nazionale Ucraina.

Lo Stato ucraino intende far tornare in patria i capitali portati all'estero (offshore) tramite il meccanismo di "amnistia fiscale". In Parlamento infatti è già stato depositato il disegno di legge, "Sui ritorni dei capitali che si trovano registrati in Cipro, zone offshore e altre giurisdizioni libere dalla doppia tassazione", che attende solo di essere approvato.

Dunque, la situazione economica risulta essere abbastanza stabile, bisogna comunque tener conto del fatto che in primavera gli ucraini saranno chiamati alle urne per le elezioni presidenziali e il rinnovo del parlamento.

Ciatiamo, inoltre, altri progetti importanti:

-introduzione di concessioni che potranno attirare il settore privato nei progetti infrastrutturali

-la legge "DoingBusiness", un buon segnale per gli investitori esteri che faciliterà il business in varie direzioni

-altri progetti di integrazione europea per una collaborazione più stretta con l'UE.