Investimenti esteri per le energie rinnovabili in Ucraina

 |

Negli ultimi 4 anni le energie rinnovabili in Ucraina sono diventate prioritari nei progetti di crescita del Paese in quanto forte è il desiderio di rendere indipendente il proprio fabbisogno energetico e rendere il mercato energetico nazionale più affidabile.

Secondo la Banca nazionale d’Ucraina, nel 2017 è stato registrato un aumento di investimenti esteri pari a $200 milioni rispetto al 2016. Tra le energie rinnovabili il business solare è uno dei più semplici da intraprendere per la sua semplicità burocratica non prevedendo diversi e lunghi studi iniziali di settore rispetto ad altri tipi, per esempio l’eolico e il biogas.

Si pensi che nel 2009 risultava essere presente in tutto il Paese solo una centrale solare, mentre a dicembre 2017 sono stati registrati e completati 184 progetti solari che hanno complessivamente prodotto 742MW di energia elettrica, secondo l’Associazione ucraina delle energie rinnovabili prevedendo per fine anno l’aggiunta di un altro giga watt di capacità “verde”.

Sono diversi gli investitori esteri attirati in questo settore ucraino come la TIU Canada, la quale prevede la costruzione di 5 nuovi impianti solari con un investimento di 94 milioni di euro, e la China Energy Engineering group.

Si vuole inoltre aggiungere che l’Ucraina è uno dei pochi paesi nel continente Europeo a prevedere la “tariffa verde” sull’acquisto dell’energia elettrica prodotta dagli impianti fotovoltaici e che non è previsto il pagamento dei dazi doganali e neanche l’estensione dell’iva sulle attrezzature importate per la produzione dell’energia rinnovabile.