Incontro ufficiale tra il Primo Ministro d’Ucraina e il Ministro degli Esteri del Regno di Norvegia

 |

Lo scorso anno il fatturato commerciale tra l'Ucraina e la Norvegia è stato di 290 milioni di dollari. E nella prima metà di quest'anno - 137,8 milioni di dollari. L'ammontare totale dell'assistenza finanziaria della Norvegia negli ultimi 4 anni è di oltre 140 milioni di dollari.

<<Le riforme ucraine sono in buone mani, e questo è importante da comprendere in vista della formazione di aree per sviluppare la cooperazione con l'Ucraina e per calcolare l'efficienza di specifici progetti commerciali che possono essere attuati in Ucraina>>, queste le parole del Ministro degli Affari esteri norvegese, Ine Eriksen Søreide, durante l’incontro con il Primo Ministro dell'Ucraina, Volodymyr Groysman.

Ha poi aggiunto: <<Le nostre relazioni bilaterali sono in una fase di accelerazione: vediamo il crescente interesse delle aziende norvegesi che vogliono lavorare in Ucraina e ciò ci rallegra>>.

Durante il meeting, le parti hanno elogiato l'alto livello di cooperazione politica e hanno delineato una serie di argomenti che devono essere approfonditi e sviluppati. Tra questi vi sono la riforma del sistema giudiziario e della pubblica amministrazione, la promozione del commercio e dell'integrazione europea, la cooperazione per lo sviluppo del sistema sanitario, le questioni relative all'energia, l'efficienza energetica, la sicurezza nucleare e l'assistenza umanitaria.

 Secondo il ministro norvegese, i progetti energetici attualmente in corso sono investimenti multimilionari, importanti per entrambi i Paesi. Il semplice fatto che le idee di investimento appaiano è un segnale di fiducia in Ucraina e nella sua politica economica. <<Siamo impressionati dai risultati delle riforme già raggiunte dall'Ucraina: il miglioramento del clima degli investimenti può già essere percepito, per questo le prospettive di cooperazione di investimento sono piuttosto ottimistiche>>, ha osservato Ine Eriksen Søreide.

Da parte sua, Groysman, ammette che il volume delle sfide che l'Ucraina deve affrontare è senza precedenti, ma <<se parliamo di quanti processi gestiamo oggi, tra i quali, i principali: educazione, medicina, privatizzazione, decentralizzazione, lotta alla corruzione, difesa, sicurezza interna, possiamo affermare che stiamo definendo la decisione del Paese circa l’approfondimento dei processi di integrazione europea e il miglioramento del clima imprenditoriale>>.

Al termine dell’incontro, il capo del governo ha accettato l’invito a visitare la Norvegia prima della fine dell’anno.