La Fitch Ratings consolida le valutazioni degli IDRs della Banca Crédit Agricole a "B-"

 |

Il 9 giugno 2017, l'Agenzia Internazionale di valutazione del credito e rating ha confermato le valutazioni di credito estero a lungo termine dell'emittente Crédit Agricole Bank a "B-" con Prospettiva stabile (Outlook).

Fitch ha inoltre aggiornato le valutazioni di Viability Rating (VRs) di Crédit Agricole da "B" a "B-" e ne ha affermato il rating più elevato possibile.

"Crédit Agricole Bank raggiunge il miglior rating che una banca potrebbe ricevere in Ucraina grazie al livello di rating nazionale, considerando sia il rating finale che la valutazione di redditività. Quest'ultima è un riconoscimento della forza della banca in termini assoluti e relativi, come sottolinea Fitch nel comunicato stampa", commenta Régis Lefèvre, membro del Consiglio di Amministrazione, Direttore finanziario della Banca.

Di seguito un estratto del comunicato stampa dell'Agenzia:  

La valutazione in "B" VR della Crédit Agricole riflette la forza del credito autonomo che la banca ha rispetto ai suoi simili. È supportato da un modello aziendale più equilibrato, che beneficia dell'accesso a basso costo (secondo lo standard di mercato) e dello stabile finanziamento dei clienti, e si concentra sui segmenti di prestito a basso rischio (clienti multinazionali, produttori agricoli notevolmente proficui, prestiti auto in vendita al dettaglio) con conseguenti metriche finanziarie più resistenti. Gli aggiornamenti VR considerano anche una migliore capacità di risanamento delle perdite, seguita dalla forza costante delle prestazioni operative della Banca, che ha permesso una migliore analisi delle problematiche e più capitale da ammortamento.